MAL DI TESTA
Immagine
mal-di-testa-da-ciclo
MAL DI TESTA
3 min di lettura

Come riconoscere il mal di testa da ciclo

Il mal di testa è un disturbo che colpisce ogni anno un elevato numero di persone in tutto il mondo, e la sua incidenza è maggiore nelle donne, che sperimentano questo doloroso sintomo più frequentemente rispetto agli uomini. Infatti il mal di testa, in particolare l’emicrania, può essere provocato dalle variazioni ormonali legate al ciclo mestruale.

Il legame tra mal di testa e ciclo

Il ciclo mestruale è caratterizzato da variazioni periodiche nei livelli degli ormoni sessuali femminili, necessarie per il funzionamento dell’apparato riproduttivo. In particolare, nel periodo premestruale (circa 2-3 giorni prima dell’inizio delle mestruazioni) si verifica un brusco calo nella concentrazione degli estrogeni.

È stato osservato che la diminuzione degli estrogeni nel sangue può rappresentare un elemento scatenante (trigger) per l’emicrania, specialmente in persone predisposte a tale disturbo. 

Gli estrogeni, ormoni prodotti dalle ovaie, interagiscono con il sistema nervoso influenzando i meccanismi della percezione del dolore e della risposta delle cellule cerebrali ad alcuni neurotrasmettitori come la serotonina e il glutammato; modulano inoltre l’azione di molecole pro-infiammatorie che causano vasodilatazione e dolore. Di conseguenza, al calo degli estrogeni può corrispondere l’abbassamento della soglia del dolore e contemporaneamente l’attivazione di processi biologici che favoriscono l’innescarsi di un attacco di emicrania. 

Il mal di testa da ciclo, anche detto emicrania mestruale o catameniale, si verifica generalmente nei due o tre giorni precedenti le mestruazioni, o nei primi tre giorni di esse

Come riconoscere il mal di testa da ciclo

Il mal di testa da ciclo può verificarsi in due momenti caratteristici, ovvero:

  • 2-3 giorni prima dell’inizio delle mestruazioni, quando il livello di estrogeni crolla bruscamente
  • Nel periodo mestruale, in particolare nei primi tre giorni di flusso, quando i livelli di estrogeni sono bassi.

I sintomi sono quelli caratteristici dell’emicrania:

  • Dolore pulsante, da moderato a molto intenso, localizzato generalmente a un solo lato della testa
  • Nausea e/o vomito
  • Sensibilità alla luce (fotofobia)
  • Sensibilità al rumore (fonofobia)

Spesso le donne che soffrono di mal di testa da ciclo riferiscono che i sintomi sono più intensi rispetto a una normale emicrania. La comparsa dell’aura emicranica (insieme di sintomi transitori come disturbi della vista, del linguaggio o del movimento che precedono un attacco emicranico), invece, non è frequente nell’emicrania da ciclo.

Anche se l’emicrania sembra essere la tipologia di mal di testa maggiormente influenzata dalle variazioni ormonali, anche la frequenza e l’intensità della cefalea muscolo-tensiva possono aumentare in corrispondenza delle mestruazioni. In questo caso il dolore, associato a una forte tensione dei muscoli di spalle e collo, coinvolge entrambi i lati del capo, causando la tipica sensazione di avere “un cerchio alla testa”.

Altre situazioni in cui può comparire il mal di testa da ciclo sono:

  • Per le donne che assumono la pillola anticoncezionale, nella settimana di sospensione di essa;
  • Quando ci si avvicina alla menopausa e i cicli ormonali diventano irregolari;
  • Durante le prime settimane di gravidanza o subito dopo il parto, quando i livelli ormonali cambiano drasticamente.

Per stabilire un collegamento tra mal di testa e variazioni ormonali può essere molto utile compilare con regolarità un calendario mestruale, in cui prendere nota di tutti i sintomi presenti nelle diverse fasi del ciclo, tra cui la durata e le caratteristiche dell’emicrania.

testa-ciclo


I rimedi contro il mal di testa da ciclo

Il mal di testa da ciclo può essere molto intenso e debilitante, causando pesanti conseguenze sulla vita quotidiana e lavorativa di chi ne soffre. Vediamo quali rimedi adottare per prevenire o trattare questo disturbo.

Alcuni accorgimenti che possono essere utili per diminuire la frequenza del mal di testa da ciclo sono:

  • Dormire con regolarità e per un numero sufficiente di ore per notte;
  • Evitare di saltare i pasti per mantenere un livello costante di zuccheri nel sangue;
  • Ridurre il più possibile le situazioni di stress.

Questi comportamenti sono volti a evitare eventuali elementi trigger che potrebbero contribuire a scatenare l’attacco emicranico.

Se il mal di testa da ciclo si presenta regolarmente, è consigliabile rivolgersi a un medico, che potrebbe prescrivere una terapia farmacologica continuativa, utile a prevenire gli attacchi. Possibili farmaci impiegati a tale scopo sono:

  • Ormoni estrogeni (sotto forma di cerotto o gel), da assumere subito prima e durante la fase mestruale;
  • Pillola anticoncezionale con assunzione continua (senza settimana di sospensione);
  • Farmaci antiemicranici, come i triptani, a volte associati a farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • Nel caso in cui il mal di testa si verifichi all’avvicinarsi della menopausa, una terapia ormonale sostitutiva;
  • Integratori di magnesio;
  • Integratori vitaminici a base di vitamina B2, acido folico, vitamina B6 e B12

 In linea generale se il mal di testa da ciclo non risponde al trattamento con comuni antidolorifici come i FANS e il paracetamolo sarà essenziale l’intervento dello specialista e la prescrizione della terapia più appropriata.

 


Leggi anche
Immagine
cabeza-testo
MAL DI GOLA

Mal di gola persistente senza febbre

Il mal di gola è un sintomo doloroso molto comune, che si…
 
Immagine
Donna natura braccia aperte
MAL DI GOLA

6 Consigli per prevenire il mal di gola

Con il cambio di stagione può essere frequente l’insorgere della faringite, conosciuta…
 
Immagine
mal-di-pancia-da-ciclo
DOLORI MESTRUALI

Metodi e rimedi per il mal di pancia da ciclo

Il mal di pancia durante le mestruazioni è un sintomo sperimentato abitualmente…