Sintomi influenzali

Sintomi influenzali

Non farti influenzare da dolore e febbre.

Sintomi influenzali

L’influenza stagionale si presenta con epidemie annuali durante la stagione invernale, mentre nei mesi estivi la sua incidenza è molto bassa.

Questa malattia infettiva è dovuta ad una infezione virale, causata dai virus influenzali, che viene trasmessa con maggior facilità nei mesi più freddi e si diffonde più rapidamente in ambienti affollati. Il virus è trasmissibile sin dal momento del contagio e fino a 5 giorni successivi alla comparsa della sintomatologia, talvolta anche 10 giorni.

L’influenza stagionale può avere un decorso asintomatico, ma nella maggior parte dei casi è contraddistinta da un insieme di sintomi generali, a carico dell’intero organismo e delle vie respiratorie, che insorgono in modo repentino e dopo un periodo di incubazione piuttosto breve (circa 1-2 giorni). Questi sintomi possono durare 3-4 giorni, ma anche protrarsi per 1-2 settimane.

I sintomi più comuni dell'influenza stagionale sono rappresentati da febbre, tosse, mal di gola, dolori muscolari e dolori articolari, mal di testa e malessere generale. Possono essere presenti anche astenia (debolezza fisica), raffreddore e congiuntivite. Tuttavia i sintomi influenzali possono manifestarsi anche senza febbre.

Dolori influenzali
Dolori influenzali (rotondo)
Dolori articolari e muscolari
Mal di schiena
Mal di testa
Mal di gola

Dolori influenzali

I dolori influenzali e articolari sono spesso tra i primi e più caratteristici sintomi dell'influenza e si possono accompagnare ad una sensazione di stanchezza, mal di testa e mal di gola.

Mal di gola
Mal di gola (rotondo)
Difficoltà a deglutire
Arrossamento della gola
Prurito
Tosse

Mal di gola

Il mal di gola, conosciuto anche come faringite, è uno stato infiammatorio che colpisce le mucose che rivestono la gola.

La gola appare infiammata e arrossata, con tonsille gonfie ed eventuali alterazioni del tono di voce. Solitamente la gola infiammata è accompagnata da una sensazione di bruciore, dolore alla gola e difficoltà di deglutizione.

Il mal di gola può essere accompagnato anche dall'ingrossamento delle ghiandole del collo, tosse ed eruzioni cutanee. Spesso mal di gola e febbre possono essere sintomi presenti contemporaneamente nel corso di un episodio influenzale. Tuttavia, il mal di gola può manifestarsi anche senza che la febbre sia presente.

Febbre
Dolori da febbre (rotondo)
Brividi
Sudorazioni
Variazioni di temperatura

Febbre

La febbre può essere un sintomo influenzale e si identifica come un incremento anomalo, repentino e temporaneo della temperatura corporea, rispetto al suo normale valore basale, dovuto ad una alterazione del sistema di termoregolazione dell’organismo. Di solito, i valori fisiologici di temperatura media corporea sono compresi tra 36° e 37,2°C e vengono mantenuti entro questo intervallo da complessi meccanismi di regolazione.

Durante un episodio influenzale la febbre, se presente, di solito è superiore a 38°C, ma può anche raggiungere valori più elevati (39°-40°C), soprattutto nei bambini. Nei lattanti, solitamente non è presente, ma si osservano più frequentemente sintomi gastrointestinali, quali vomito e diarrea. Anche nel soggetto anziano (over 75 anni), di solito, il rialzo termico è lieve e l’influenza può manifestarsi con altri sintomi, quali debolezza, dolori articolari e stato confusionale.

La febbre è spesso accompagnata da tosse (solitamente secca), dolori ossei e dolori muscolari diffusi, malessere generale (debolezza fisica), cefalea, mal di gola e raffreddore.